Pienza e i fiori: a Maggio la cittadina toscana si veste di fiori

Pienza e i fiori: a Maggio la cittadina toscana si veste di fiori

Posted by

Il mese di Maggio a Pienza, nel cuore della Val d’Orcia patrimonio Unesco, si apre all’insegna dei fiori tra composizioni, relax verde e contemplazioni artistiche.

pienza-e-i-fiori

Per gli affezionati di lungo corso a questo angolo di paradiso toscano è l’occasione di intraprendere itinerari inconsueti, mentre per i neofiti è opportunità per una vacanza che unisce tante passioni: la natura, l’arte e la buona tavola.

Pienza, nata per volere di Papa Pio II, incarna l’utopia rinascimentale della “città ideale”. Dal ’96 la sua ‘perfezione’ architettonica e naturale è stata riconosciuta anche dall’Unesco che la protegge come patrimonio dell’umanità. Nell’ambito della rassegna “Pienza e i fiori” sarà esposto per la prima volta uno dei capolavori di ambito caravaggesco: si tratta della Natura Morta di Simone del Tintore, uno dei maggiori pittori naturalisti toscani XVII secolo (Lucca, 1630-1708). Il dipinto arriva da una collezione privata e potrà essere ammirato fino al 2 giugno presso il Museo del rinascimentale Palazzo Borgia in una sala ad hoc.

L’effetto sorpresa è assicurato anche in piazza Pio II dove, nel corso di una sola notte, prenderà vita un giardino effimero: vivrà il tempo della Festa dei Fiori, per dieci giorni, ma sarà uno spettacolo di colori da non perdere. Ogni edizione della kermesse ha il suo giardino e quest’anno il tema è il Giardino Rococò. Poi ci sono i percorsi “verdi” fuori e dentro la città. Saranno aperti giardini storici come quelli di di Palazzo Piccolomini e Palazzo Massaini, il giardino di villa la Foce e gli Horti Leonini di San Quirico d’Orcia.

E mentre si passa da un borgo all’altro basta non dimenticarsi di tenere a portata di mano la macchina fotografica: le colline della Val d’Orcia, con le decine di sfumature di verde di questa stagione, sono uno spettacolo a sé da godersi in silenzio.

Informazioni su: www.prolocopienza.it, www.comune.pienza.siena.it e www.ufficioturisticodipienza.it.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento