A Verona la 30esima edizione della Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione

A Verona la 30esima edizione della Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione

Posted by

Dal 1986, nel periodo natalizio, l’Arena di Verona assume un’atmosfera magica, creata da suggestivi effetti speciali, musica, luci e proiezioni. Gli antichi e suggestivi arcovoli ospitano la Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione, un evento unico al mondo nel suo genere.

Rassegna Internazionale del Presepio nell’Arte e nella Tradizione - Verona

La manifestazione, inaugurata lo scorso 30 Novembre, consiste in una ricca esposizione di presepi e opere d’arte ispirati al tema della Natività, provenienti da musei, collezioni, maestri presepisti e appassionati di tutto il mondo, offrendo un quadro artistico completo della tradizione presepista intercontinentale. L’esposizione in Arena, visitabile fino al 26 Gennaio 2014, ottiene ogni anno consensi e riconoscimenti, quasi a sottolinearne il carattere di multietnicità e tolleranza tra popoli di culture diverse.

Infatti la mostra espone oltre 400 natività da tutto il mondo e suscita nel visitatore suggestione ed emozione: gli oggetti esposti, fanno parte di due mondi quasi integrati: quello dello spettacolo – i presepi si possono infatti assimilare a delle sacre rappresentazioni fisse – e quello museografico – per certe caratteristiche scultoree di pregio e per le dimensioni di alcuni personaggi scolpiti e modellati nei secoli passati.

Il primo richiede luci e ombre, suoni e colori tipici dello spettacolo, il secondo spazi ampi e luci ben dosate. Tenendo conto di questi aspetti della rassegna, l’allestimento è realizzato con suggestivi effetti speciali, valorizzando i singoli interventi (presepi di varie provenienze) e dando giusto rilievo ai singoli pezzi, presentati in assenza del loro contesto originario.

Ad aprire il percorso della mostra è l’opera scultorea raffigurante San Francesco, con sullo sfondo un’immagine di Papa Francesco. Presenti anche opere raccolte da missionari Camilliani, ispirate alla ricorrenza del 400° anniversario dalla morte di San Camillo. È inoltre esposto, nella parte iniziale della rassegna, il presepio semovente di Giacomo Randazzo, opera d’arte inserita nel Registro delle Eredità Immateriali istituito dalla Regione Sicilia a salvaguardia del patrimonio culturale dell’umanità, secondo le indicazioni dell’Unesco. Ogni regione italiana è presente all’interno della mostra con le proprie tradizioni sul presepe, mentre all’esterno non mancherà la stella, quest’anno rinnovata con nuove illuminazioni.

Una particolare mostra – spettacolo in cui musica, luci e proiezioni contribuiscono a creare un’atmosfera correlata con gli oggetti esposti, permettendo al visitatore di vivere un’esperienza unica passeggiando tra sculture e opere che connesse con il presepio tradizionale, ma anche, e soprattutto, con l’arte.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento