ViaggiArt, l'app che mette online ogni angolo del mondo attraverso gli OpenData

ViaggiArt, l'app che mette online ogni angolo del mondo attraverso gli OpenData

Posted by

Poter creare e personalizzare i viaggi d’arte, con visite, guide, eventi, ma anche shopping mirato. Nasce da questa idea ViaggiArt, l’app realizzata con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale italiano dal punto di vista turistico.

viaggiart

Ideata da Giuseppe Naccarato e Stefano Vena, ingegneri dell’Università della Calabria e dottori di ricerca in psicologia della programmazione e intelligenza artificiale, la piattaforma turistica ha conquistato il titolo di miglior StartUp del turismo in Italia. Il riconoscimento arriva al termine della manifestazione Next “La Repubblica delle Idee” festival di innovazione promosso dallo storico giornale italiano, attualmente diretto da Ezio Mauro e unico vero banco di prova per tutti gli innovatori italiani.

ViaggiArt, progetto autofinanziato, presenta oltre 10mila destinazioni, più di 8mila luoghi di valore artistico e 4mila eventi culturali l’anno, per guidare “digitalmente” il viaggiatore o suggerire all’agente di viaggi un pacchetto tailor made di valore. Attraverso l’app è possibile consultare schede e foto dei beni culturali, leggere storie, miti, leggende, scegliere tra gli itinerari consigliati e perfino contattare guide locali, e inoltre una mappa di negozi per lo shopping tematico, dall’artigianato all’enogastronomia. Fiore al’occhiello di ViaggiArt è la sua potenzialità operativa: il travel planning si attiva in qualsiasi momento, per creare pacchetti di servizi su misura a partire da luoghi o eventi, con tutte le informazioni su territorio, luoghi di interesse, attività di nicchia suggestive e gratificanti, per stuzzicare desideri inconsapevoli, e trovare sempre la risposta giusta. Inoltre, l’app permette di affiancare alla guida turistica locale figure specializzate, quali storici dell’arte o archeologi, architetti, urbanisti, insomma interlocutori capaci di offrire punti di vista attuali o inediti.

ViaggiArt è rivolta sia alla comunità scientifica che lavora nel settore della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale, sia ad un più vasto pubblico sensibile al fascino dell’arte che, attraverso livelli di accessi differenti, può inserire informazioni culturali o segnalare eventuali errori, oppure recensire i beni visitati e raccontare le loro storie, aiutando, così, ad ampliare il proprio database.

L’innovativo progetto consente, dunque, di unire esigenze e bellezze, necessità dei turisti e tipicità dei luoghi il tutto sfruttando gli opendata resi disponibili dal Mibac. Oltre ad aggiudicarsi la competizione grazie al parere positivo degli utenti, ottime recensioni sono pervenute da molti membri della giuria tra i quali spicca l’americano Tim Robertson imprenditore con importanti esperienze nel mondo delle StartUp.

Dal palco del teatro Duni di Matera, Robertson ha senza giri di parole dichiarato pubblicamente: “Questa piattaforma è fantastica”.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento