Viaggio a Riquewihr, il paese incantato dell'Alsazia

Viaggio a Riquewihr, il paese incantato dell'Alsazia

Posted by

Racchiuso da una doppia cerchia di mura e accessibile attraverso alte porte-torri, Riquewihr, paesino dell’Alsazia, sembra un luogo fermo nel tempo, talmente bello da dare l’impressione di essere uscito da un racconto di Natale.

viaggio a Riquewihr

Inserito (non a caso) nella lista dei Paesi più belli della Francia, Riquewihr offre un paesaggio incantevole: piccoli borghi fanno da magico sfondo alle strette stradine fatate del villaggio e alle case che risalgono al XV e XVI secolo.

A rendere il paesaggio ancora più suggestivo una collina di vigneti che circonda il piccolo paese. La produzione del suo famoso Riesling è un compito al quale si sono dedicate le varie generazioni ed è al momento della vendemmia che si riesce a cogliere questa atmosfera di cittadina di vignaioli.

Il centro storico, interamente pedonale, è attraversato dalla Rue Général de Gaulle sulla quale si affacciano vecchie case: al n. 12 “Maison Irion” (1606) con il suo balcone d’angolo, di fronte vecchio Pozzo del 16° sec., a fianco “Maison Jung-Selig” (1561) con travi scolpite; poi “Maison Liebrich” (1535) con la sua pittoresca corte, di fronte alla quale si trova “Maison Behrel” (1514); poi ancora “Maison Preiss-Zimmer” (Antica Locanda della Stella – 1686) e al n. 45 la casa del fabbricante di chiodi (1660).

Per calarsi in quest’atmosfera di fiabe il posto migliore è la Torre del Dolder, simbolo della città: costruzione medievale in pietra (eretta nel 1291, poi rinforzata nel 15° e 16° sec.), al tempo stesso porta d’accesso, torre campanaria e torre di guardia. Attualmente i suoi 4 piani ospitano un “Museo di storia locale” (utensili, armi, incisioni, mobili, serrature).

Insomma, Riquewihr è una tappa imperdibile: circondata da mura, la cittadina è miracolosamente scampata a guerre e distruzioni e le sue viuzze, le mura e le vecchie case, praticamente intatte, hanno conservato il loro splendore del XVI secolo e una notevole armonia architettonica.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento