Giornate FAI di Primavera 2014: da Nord a Sud gli eventi e i luoghi da visitare

Giornate FAI di Primavera 2014: da Nord a Sud gli eventi e i luoghi da visitare

Posted by

Da 22 anni rappresenta l’appuntamento che segna l’arrivo della Primavera con una grande festa per chi ama i luoghi e per chi è convinto che il nostro patrimonio storico-artistico e paesaggistico è un modo importante per riscoprire le radici della propria identità. Stiamo parlando delle Giornate FAI di Primavera 2014, che si celebrano sabato 22 e domenica 23 Marzo, occasione per ammirare molti posti sconosciuti e spesso inaccessibili, ma anche per sperimentare l’emozione di condividere tante cose belle.

Giornate-FAI-di-Primavera-2014

Quest’anno nelle due giornate della kermesse, dedicata all’imperatore romano Augusto nel secondo millenario della sua morte, si possono visitare chiese, archivi storici, aree archeologiche, giardini e palazzi, ma anche torri, mulini e persino arsenali, carceri, eremi e sedi dell’informazione: in tutto sono 750 i luoghi in tutta Italia aperti al pubblico, 120 dei quali dedicati alla storia del grande imperatore romano.

L’omaggio ad Augusto si propone come dedica al personaggio che ha segnato una pausa nella tumultuosa espansione dell’Impero Romano, un intervallo che ha consentito la ristrutturazione e la rinascita dello Stato e la costituzione di Roma come grande capitale.

Tra i tanti luoghi aperti alla visita rientrano:

- A Roma le tre eccezionali aperture dedicate alla figura di Augusto: il Mausoleo di Augusto, da anni chiuso al pubblico; il Teatro di Marcello, l’unico rimasto dei tre teatri di Roma antica; il Foro di Augusto, luogo della propaganda dove l’arte veniva utilizzata per celebrare la gloria dell’imperatore;

- La Sede RAI di Milano nel palazzo di corso Sempione progettato nel 1939 dall’architetto Giò Ponti per la sede dell’EIAR: si possono visitare gli studi televisivi e gli uffici dei dirigenti. Sempre a Milano l’Albergo Diurno “Venezia”, gioiello del Liberty;

- A Napoli si scopre l’Archivio di Stato, nato come “Archivio Generale del Regno” nel 1808 e ospitato negli spazi del Monastero dei Santi Severino e Sossio;

- L’Arsenale Militare Marittimo a La Spezia;

- Il Carcere San Sebastiano a Sassari, costruito nell’Ottocento su modello panottico, che solo da qualche mese non ospita più i detenuti;

- A Corleone (PA) c’è la visita al Monastero del SS. Salvatore, una straordinaria struttura di origine medievale che si affaccia sulla spettacolare Gola del torrente Corleone;

- A Bassano Romano (VT) si potrà scoprire Palazzo Giustiniani – Odescalchi, gioiello di arte italiana, splendido esempio del manierismo romano che da troppi anni attende un giusta valorizzazione.

Anche in questa edizione il FAI propone in tutta Italia itinerari culturali, visite a borghi e aree naturalistiche, oltre a escursioni a piedi e in bicicletta. Novità di quest’anno: sabato 22 e domenica 23 Marzo molti Beni della Fondazione, tra cui l’Abbazia di Cerrate (LE), Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), Villa e Collezione Panza a Varese, il Castello della Manta (CN), festeggiano le Giornate di Primavera oltre il normale orario di apertura con visite guidate serali, eventi speciali, musica, danze e degustazioni.

Per l’elenco completo delle aperture delle Giornate FAI consultare il sito www.giornatefai.it. Si può inoltre scaricare gratuitamente sugli store di Google e Apple la App delle Giornate FAI di Primavera, per visualizzare la mappa con tutte le aperture, l’App riconoscerà la vostra posizione e vi saprà indicare i luoghi più vicini.

Le giornate di Primavera rappresentano anche l’incontro tra il FAI e la gente: si tratta di un’occasione importante per entrare a far parte di una grande comunità di persone che amano il loro Paese e che si impegnano per difenderne le ricchezze.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento