I mercatini di Natale in Italia: i più belli da Nord a Sud

I mercatini di Natale in Italia: i più belli da Nord a Sud

Posted by

Ci sono molti Mercatini di Natale in Italia, apparentemente molto simili gli uni agli altri, ma ad un occhio attento non possono che saltare fuori le varie differenze che risiedono nelle tradizioni locali, nella cultura, nello spirito e nell’unicità del luogo in cui si svolgono.

I mercatini di Natale in Italia: i più belli da Nord a Sud

Da quelli circondati dalle Alpi a quelli nelle strette viuzze di paese, i mercatini di Natale più belli coinvolgono l’Italia intera, da Nord a Sud. Da fine novembre, infatti, i negozi vengono addobbati a festa e le strade assumono nuova vita e un aspetto surreale: luci, colori e stand arricchiscono le vie delle città deliziando occhi e palato con l’esposizione e la degustazione dei prodotti della tradizione natalizia, quali i torroni, i biscotti di natale, le palline colorate, le decorazioni, le statuine per il presepe e i fantocci di babbo natale.

Il primo mercatino di Natale in Italia nasce a Bolzano, nel 1970, come “rassegna del mercato artistico”, cioè come luogo espositivo di opere in legno, metallo, vetro e ceramica.
Nel 1990 si è trasformato nel rinomato Mercatino di Natale, che attira ogni anno sempre più persone nel periodo di Dicembre e Gennaio. Tra quelli italiani, quello di Bolzano, e in generale quelli alto-atesini (Bressanone, Merano, Trento, Vipiteno), tramandano le fattezze di quelli austriaci e tedeschi. Nelle bancarelle è possibile trovare zuppe fumanti, wusterl, salsicce arrostite, crauti accompagnati dal “Gluhwein”, ovvero il vin brulè, vino caldo aromatizzato con chiodi di garofano, cannella, scorze di limone e arancio che spesso viene offerto ai turisti.
Ed ecco, che questi luoghi oltre ad essere un momento per comprare decorazioni o prodotti tipici dell’artigianato locale, diventano l’occasione per trascorrere un weekend particolare, passeggiando per le vie suggestive del posto e gustando le specialità specialità culinarie natalizie tipiche. Gli stand sono aperti dall’ultimo fine settimana di Novembre fino all’epifania, indicativamente, dalle 10:00 del mattino fino alle 20:00, offrendo anche eventi musicali ai turisti e illuminazioni davvero caratteristiche.

Anche a Verona è possibile trovare le casette di Natale. La città scaligera è un’importante meta turistica per via della sua ricchezza artistica e architettonica e per le numerose manifestazioni internazionali che vi si tengono. Non per niente è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO: la sua struttura urbana e la sua architettura creano, da sempre, il punto di incontro tra cultura e tradizione. Nel periodo prenatalizio, la città si trasforma e si veste di luci, suoni e colori del Natale. Dalle vie del centro storico, illuminate da centinaia di luci, si potrà arrivare nella splendida Piazza Bra, dove sarà possibile ammirare la grande stella di Natale che esce dal ventre dell’Arena e si poggia sulla piazza.

Saranno circa 60 gli espositori presenti, dai quali si potranno acquistare prodotti tipici tradizionali artigianali quali addobbi in vetro, legno e ceramica, tante idee regalo nonché specialità gastronomiche e deliziosi dolci natalizi.

Scendendo più giù, arriviamo in Emilia Romagna, nella bella e dotta Bologna. Qui, si tiene la consueta Fiera di Natale, la più antica della regione, ossia il Mercatino di Santa Lucia, sotto il Portico dei Servi in Strada Maggiore. Si rinnova, inoltre, l’appuntamento con il Mercatino di Natale Francese: le casette saranno addobbate a festa e il profumo di legno si affiancherà ai profumi e ai sapori tradizionali d’oltralpe. Oltre ai tradizionali dolci dell’Avvento, tante le prelibatezze, tutte rigorosamente di qualità e tradizione francese. Non solo formaggi e vini provenienti da oltralpe, ma anche degustazione di dolci: biscotti bretoni, con diversi ripieni, raffinati cioccolatini, e macarons. E ancora champagne e ostriche. Un piccolo villaggio francese nel cuore di Bologna.

Presepe a Napoli

Per concludere questa breve carrellata, è di obbligo soffermarsi su Napoli, la città dai mille volti. Nel periodo natalizio, tutto il centro storico della città partenopea si anima con i suoi tradizionali Mercatini di Natale e soprattutto con i suoi famosi presepi napoletani. I centri principali dove trovarli sono via Duomo, Decumano Maggiore (via dei Tribunali) e i numerosi vicoletti, ma è in via San Gregorio Armeno che si deve andare per assaporare appieno lo spirito dell’imperdibile Natale napoletano. È questa, infatti, la celebre strada degli artigiani del presepe, famosa in tutto il mondo per le innumerevoli botteghe artigiane dedicate all’arte presepiale, dove si realizzano a mano i personaggi del presepe, a grandezza naturale e in miniatura. In questi piccoli negozi e bancarelle è possibile trovare di tutto non solo gli elementi classici del presepe, come le casette di sughero o di cartone in varie dimensioni, i vari pastori, il bue l’asinello, ma anche il pizzaiolo “robotizzato” che inforna la pizza, Maradona con il suo pallone negli anni d’oro della squadra di calcio del Napoli o l’allora giudice Di Pietro e la schiera di politici condannati dell’era di Tangentopoli.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento