Mercatini, presepi e visite alla scoperte di leggende. Ecco il Natale nei parchi più belli d'Italia

Mercatini, presepi e visite alla scoperte di leggende. Ecco il Natale nei parchi più belli d'Italia

Posted by

Dai Mercatini di Natale alle mostre di presepi, dai laboratori di composizioni agli spettacoli fino alle visite guidate alla scoperta di leggende, simbologie ed esoterismi. Durante le festività natalizie i parchi e i giardini d’Italia non vanno a riposo, e anzi preparano sorprese e novità per stupire grandi e piccini.

Natale nei Parchi - Giardini La Mortella di Ischia

Giardini La Mortella di Ischia

Tra gli appuntamenti previsti nelle aree verdi della Penisola, ce ne sono alcuni, selezionati dal sito ilparcopiubello.it, davvero curiosi e interessanti. Quali?

In uno dei giardini più magici d’Italia, quello nel Parco delle Terme di Levico (Trento), fino al 6 Gennaio cori itineranti, storie di elfi e laboratori creativi, animeranno l’intero paese. Fino al 12 Gennaio, a Villa Litta (Lainate, Como), è in programma la sesta Mostra dei Presepi con una sessantina di opere provenienti da tutta Italia. Un appuntamento imperdibile per la bellezza e le novità delle creazioni esposte, l’accoglienza degli Amici del Presepe e le tante iniziative musicali e artistiche che compongono il cartellone. Sempre in provincia di Como, a Vertemate con Minoprio, domenica 15 Dicembre si svolgeranno i laboratori di composizioni natalizie per adulti e bambini, un modo per creare la giusta atmosfera in casa e sulla tavola.

Il borgo medievale di Torino, fino al 19 Gennaio, si animerà di spirito natalizio con l’Omaggio alla Natività, adorazione dei Magi, un’installazione liberamente tratta dal dipinto di Konrad Witz che rievoca il Quattrocento nei territori del ducato di Savoia ed è composta da sagome che superano i due metri di altezza, costruite in legno e cartapesta e dipinte con smalti acrilici.

Fino al 5 Gennaio il Giardino della Minerva (Salerno) ospiterà l’esposizione “La botanica del Natale”: il vischio simbolo di fertilità, l’abete come albero cosmico e la stella di Natale sono tutti vegetali che si caricano di un significato particolare perché producono fiori, frutti o principi medicamentosi nel solstizio d’inverno.

Dal 21 dicembre al 4 Gennaio, all’interno dei Giardini Botanici Hanbury (Ventimiglia, Imperia) verranno organizzate una serie di visite guidate alla scoperta dei segreti del giardino a riposo, quando i colori vivi degli agrumi e le rigogliose fioriture delle aloe si stagliano nell’azzurro del cielo e del mare. In programma visite alle sale del cinquecentesco Palazzo Orego, recentemente restaurate, e dolci degustazioni. Per la prima volta quest’anno sarà possibile concedersi una visita invernale ai Giardini La Mortella di Ischia (Napoli), che anche in questo periodo sono verdi, rigogliosi e costellati di frutti e fiori esotici grazie al clima mediterraneo dell’isola.

Per i più piccoli, dal 27 Dicembre al 4 Gennaio, Villa Marignana Benetton (Mogliano Veneto, Treviso) organizzerà il “Gioca tondo al museo d’inverno”, con una serie di attività espressive e creative nella Villa e nel suo Parco Museo. I bambini verranno accompagnati a scoprire e sperimentare la propria dimensione artistica attraverso varie tecniche per dare forma alla propria fantasia.

Infine, la Liguria, sabato 28 Dicembre, si tingerà di mistero con un duplice appuntamento: Villa Durazzo Centurione (Santa Margherita Ligure, Genova) organizzerà “Fantasmi e leggende di Natale”, un’inedita visita serale a lume di candela nelle sale della villa, dove immergersi nella vita delle famiglie nobili che hanno abitato la dimora ascoltando gli aneddoti, le leggende e le curiosità alla scoperta delle tradizioni natalizie dell’epoca. In alternativa si potrà scegliere la “Visita ai significati esoterico-massonici” del Parco di Villa Durazzo-Pallavicini (Genova Pegli), realizzata come una grande rappresentazione teatrale suddivisa in atti e scene che accompagneranno il visitatore attraverso un viaggio esoterico evolutivo e lo porteranno a perdersi nella natura per ritrovare la sua purezza ancestrale.

http://www.bollettinoturistico.it

Lascia un commento